Complotto Globale: Il caso BAM – relazione 2 Coincidenze Temporali

Mettiamo in fila alcuni fatti, così, che i poteri forti vogliono far credere essere del tutto casuali.

1993

Silvio Berlusconi si prepara a lanciare il suo partito politico Forza Italia.

Contemporaneamente un giovane Matteo (Salvini) va in una trasmissione Mediaset, Il Pranzo è Servito, casualmente risolve un rebus “Incassare Tangente”, riceve i complimenti del conduttore e sottolinea “Vengo da Milano, ne so qualcosa”.

Quello stesso anno Matteo Salvini, guardacaso, da “nullafacente” diventa consigliere comunale in quel di Milano.

1994

E’ l’anno della famosa “discesa in campo” di Silvio Berlusconi. C’è anche un’altra persona che in quell’anno riceve grande visibilità a livello nazionale, infatti il 1994 è anche l’anno in cui Angela Merkel viene nominata Ministro per l’Ambiente e la Sicurezza dei Reattori, ruolo che le darà il potere e la notorietà necessari ad imporsi sulla scena politica prima nazionale e poi mondiale per lunghi anni.

Curiosamente è anche l’anno in cui l’altra Angela, Angela Lansbury, comincia a parlare della prossima fine della nota serie televisiva, “La signora in giallo”, che la vede protagonista. Perché interrompere una serie di successo che vantava ben 11 stagioni con ascolti da record alle spalle?

Non certo per un calo di interesse, visto che ancora oggi è trasmessa da reti nazionali in tutto il globo  e che la NBC ha messo in cantiere il remake della serie.

Mediaset ha anche provato a strappare i diritti alla RAI, rinunciandovi, dicono i maligni,  solo quando la RAI stessa ha confermato le repliche.

La Signora in giallo, sin dalla prima stagione, accoglie stranieri in casa propria e fornisce loro viveri ed un luogo dove essere al sicuro. Arriva addirittura a sfidare l’FBI ed il KGB per favorire la fuga di due persone stanche di vivere sotto il controllo sovietico. È interessante notare come la Merkel, che risiedeva nella Germania Est, subito abbia fatto accordi con i politici della Germania ovest per favorire l’uscita dalla zona d’influenza sovietica, l’ennesima somiglianza con il suo alter ego televisivo.

Il 1994 vede un’altra figura di spicco ricoprire un prestigioso incarico istituzionale, infatti vede Giorgio Napolitano presiedere la Camera dei Deputati.

Sempre nel 1994 Angelino Alfano inizia a fare carriera in Forza Italia.

Sempre nel 1994, negli USA, il partito repubblicano ottiene il controllo del congresso per la prima volta dopo 40 anni.

Nel 1994 è stata ultimata l’interfaccia grafica e la localizzazione in italiano del futuro Windows 95. Da allora ci costringono a leggere e scegliere più volte al giorno una frase che sembra innocua ma fa il lavaggio del cervello agli italiani già provati da Tangentopoli: quella frase è “Arresta il sistema”, così che i Berlusconi, gli Angeli/e e i Mattei possano farsi largo.

chiudi

Esagerato? E come mai, proprio nel 1994, Matteo (Renzi) va alla Ruota della Fortuna, vince e proprio quell’anno inizia la sua carriera politica?

1998

La Merkel sostituisce Helmut Kohl alla guida del partito dell’Unione Cristiano Democratica (CDU).

Nello stesso anno Giorgio Napolitano decide di candidarsi nelle prossime elezioni per il parlamento europeo. Verrà eletto senza sforzo.

George W. BushIntanto negli Stati Uniti d’America Bill Clinton viene travolto dagli scandali sessuali: il caso Paula Jones porta alla luce anche la sua relazione con Monica Lewinsky. Ciò metterà fine alla carriera politica di uno dei presidenti americani che hanno garantito al proprio paese uno dei periodi più lunghi di pace e prosperità mai conosciuti, facendo spazio ad un altro Giorgio, George W. Bush, amico di Berlusconi.

Dividete 1998 per 3, otterrete 666 con resto 0. Il numero della bestia moltiplicato 3, come 3 sono gli eventi di maggior rilievo: la crescita smodata di potere di Israele (che addirittura senza ritegno arriverà a vincere l’Eurovision Song Contest pur di entrare nell’immaginario collettivo coi media), l’affermazione di una ex-sovietica ufficialmente mai pentita (la Merkel) e l’entrata nel parlamento europeo di un ex-comunista ufficialmente mai pentito (Giorgio Napolitano) che fingendosi filo comunisti opereranno in modo completamente diverso.

Nel 1998 c’è una visita del Papa a Cuba. Segnatevi questa data.

Tenete pure presente che i tassi di cambio dell’euro con le valute nazionali sono stati fissati proprio nel 1998!

 

1999 – 2013

Spianate le strade temporanee ai Giorgi e costruite le strade per gli Angeli, è il momento di replicare il formato “personaggio tv che risolve i problemi e diventa personaggio reale”.

Bisogna guardare lungo e piazzare questo personaggio in una posizione chiave in modo che anche chi vorrà opporsi a Berlusconi o si ritrova in casa un Angelo o al più un Matteo, ben coperto e allineato.

Nel 1999 Matteo Renzi si laurea in giurisprudenza, circa sei mesi dopo c’è la prima di Don Matteo. Un personaggio che subito incontra il favore delle folle (come Renzi), che per quanto si mostri gentile e disponibile è anche autoritario (come Renzi), che usa la bicicletta per spostarsi (come Renzi) e che si chiama Matteo (come Renzi).

Replica in pieno solco del modello che ha avuto successo col il duo Angela Lansbury-Angela Merkel.

++ MEDIASET:BERLUSCONI,PM COSTRETTO DE GREGORIO A MENTIRE ++Le repliche de “La signora in Giallo” non si sono mai fermate.

Don Matteo non si è mai fermato (9 stagioni e la successiva in produzione).

Berlusconi tiene saldamente il potere in Italia.

Angela Merkel è sempre più influente in Europa.

Giorgio (Napolitano) diventa presidente della Repubblica e viene addirittura rieletto in attesa di trovare il giusto nome per la successione.

Angelino Alfano è in posizione chiave, anche se non sempre d’accordo con Berlusconi ne abbraccia pienamente la linea politica.

Matteo Renzi inizia la scalata alla sinistra Italiana.

 

2014

Giorgio Napolitano dichiara le dimissioni.

Angelino Alfano è a capo del 2° partito della destra italiana.

Matteo Salvini completa la scalata alla Lega Nord ed è a capo del 3° partito della destra italiana.

Matteo Renzi e a capo della sinistra italiana e diventa presidente del consiglio.

Nel 2014, quando gli Angela e i Matteo hanno oramai preso il potere, toh, gli USA decidono di togliere l’embargo.

Letta jr,  nonostante fosse il nipote del fidato Gianni Letta è fatto fuori. Pierluigi Bersani non è affidabile. Massimo D’Alema ha il nome sbagliato anche se si è impegnato tanto. Gianfranco Fini è stato fatto fuori. Antonio Di Pietro eliminato. Nicky Vendola sempre meno rappresentativo. Clemente Mastella nonostante il suo feudo elettorale arranca ed è ormai un comprimario. Mario Monti dura il tempo di rendere operative le tasse decise dall’ultimo governo Berlusconi e viene silurato.

 

Ovunque si guardi, chi ha il nome sbagliato è destinato a soccombere e sostituito da un Angela o un Matteo.

Ma queste sono soltanto casualità, d’altra parte, come ben ci insegnano i nostri investigatori televisivi preferiti, 2 indizi non fanno di certo una prova e nemmeno 60 indizi la fanno.

 

Fidatevi di Don Matteo. Fidatevi della Signora in Giallo.

E’ quello che vogliono loro.

 

Prossimamente, altri dettagli succulenti sulla scelta dei nomi: come mai proprio Angela Merkel?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...